RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • PROMOZIONI DI NATALE 2017
    Non trovi un regalo di Natale che rispecchi pienamente i tuoi cari? Cerchi qualcosa di originale che resti nel cuore?   L’Istituto di Psicosomatica Integrata mette a disposizione i propri servizi in promozione, per donare un Natale diverso, che impatti positivamente sulla qualità della vita. Si tratta di soluzioni originali,  volte alla promozione del benessere e del confort di chi ti circonda. […]
  • ANZIANI E ATTIVITÀ FISICA
    La qualità della vita è più elevata negli anziani che effettuano un livello medio di attività motoria, rispetto ai loro pari molto sedentari. Lo sport difatti impatta sul benessere fisico, in ambito preventivo e non solo, su quello psicologico, incrementando ad esempio il senso di auto efficacia, e sul piano sociale, laddove incrementa le relazioni […]

Programmi Salute Benessere

Home/Programmi Salute Benessere

FONDAMENTI DI PSICOLOGIA
Il corso introduce i concetti chiave della psicologia scientifica sviluppando gli approfondimenti utili al contesto professionale del counseling:

–  stati di coscienza
– memoria
– emozioni
– approcci psicologici alla personalità
– motivazione
– percezione e attenzione
– vocabolario psicologico e psicodiagnostico

PSICOLOGIA DEL COUNSELING
Attraverso la costruzione di una relazione con il cliente caratterizzata da ascolto, fiducia e comprensione empatica, il counseling, in quanto intervento di aiuto, incoraggia il soggetto a riflettere in modo nuovo sulle sue difficoltà, ad esprimere autenticamente il suo punto di vista e ad immaginare e sviluppare soluzioni efficaci a problemi esistenti. Il counselor, dunque, è un professionista in grado di utilizzare appropriatamente le tecniche del colloquio come strumento per facilitare la comunicazione, la riflessione, la consapevolezza e il cambiamento del cliente, al fine di affrontare e risolvere problemi e difficoltà di varia natura. In modo chiaro verrà fornito un quadro di riferimento teorico e concettuale dell’intervento di counseling, approfondendone inoltre i principali aspetti tecnici e operativi, introducendo numerosi esempi concreti.

TEORIE E MODELLI DELLO STRESS
Finalità del percorso è acquisire gli strumenti conoscitivi ed esperienziali indispensabili per affrontare le problematiche dello stress nell’ambito di un’attività di counseling. Il percorso formativo analizza e discute i principali modelli teorici di lettura del fenomeno stress, attraverso lo studio dei vari approcci che si sono occupati degli effetti dello stress sulla salute e sul benessere, e del loro trattamento. Verranno introdotti gli autori, i concetti teorici fondamentali, le fasi, le componenti e i principali “costrutti” elaborati nella ricerca clinica sul fenomeno dello stress: dalle ricerche neurofisiologiche di Cannon e Seyle, ai modelli psicoanalitico, comportamentale, cognitivo e delle neuroscienze. Attraverso le teorie e i modelli che hanno maggiormente interessato il campo psicosomatico, si sviluppa il modello somatologico e le sue prospettive di intervento. Il percorso è connotato da una forte interattività, con attività pratiche ed esperienze finalizzate a sviluppare consapevolezza del proprio modello adattivo agli eventi stressogeni, delle proprie risorse e strategie cognitive, emozionali e comportamentali, con particolare attenzione al coinvolgimento del sistema mente-corpo.

TECNICHE DI MISURAZIONE DELLO STRESS

Il percorso guida i partecipanti nella sperimentazione di tecniche e strumenti efficaci nel rilevare e misurare i diversi livelli di stress, con particolare attenzione al coinvolgimento somatico, e nel cogliere e valutare le proprie modalità specifiche di reazione alle situazioni stressogene e le strategie personali di fronteggia mento (copying), evitamento, superamento. La specificità del modello somatologico si sperimenta nello studio dei “relais dello stress”, le aree nella mappa corporea più soggette all’accumulo di tensione, come indicatori soggettivi delle modalità adattive del sistema coporeo. Gli strumenti proposti vengono presentati nei loro fondamenti teorici e sperimentati attivamente con specifiche esercitazioni, al fine di sviluppare la propria consapevolezza e l’applicabilità nel contesto del counseling psicologico e del counseling professionale.

TECNICHE DI RILASSAMENTO CORPO-MENTE

Le tecniche di rilassamento, oltre che per l’efficacia sintomatica di alleviamento dello stress, sono utili strumenti per entrare in contatto con le sensazioni corporee che agiscono come segnali dello stato emotivo. Favoriscono la presa di distanza dalle situazioni stressogene, facilitando il cambiamento di prospettiva e la risoggettivazione del problema, attivando un percorso di apprendimento per individuare quali aree somatiche si attivano, in che modo e quali percezioni e sensazioni le segnalano.
La specificità e l’efficacia del modello somatologico si sperimenta nell’acquisizione di un protocollo di rilevazione e intervento attraverso i “relais somatici dello stress”. Si introduce il funzionamento delle catene muscolari ascendenti e discendenti e i test specifici per i diversi distretti e tessuti corporei, i principali test posturali e la valutazione di debolezze e blocchi muscolari, apprendendo e sperimentando test di rilevazione e tecniche di alleviamento delle tensioni.    Le tecniche di rilassamento all’interno del setting dinamico del counseling, diventano uno strumento per dialogare con il sistema corpo-mente, per migliorare la qualità di vita e prevenire le cronicizzazioni.

I CODICI DEL CORPO: TECNICHE DI ASCOLTO
Questo corso permette di “toccare con mano” come il Modello Somatologico tenga conto del corpo e dei suoi codici nell’interazione con gli aspetti superiori del pensiero e del linguaggio. Oltre, infatti, al linguaggio-non verbale di cui parla la Psicologia della Comunicazione, all’interno del sistema di tessuti, vasi, organi e sistemi del corpo, si parla un linguaggio fatto di ritmi meccanici, fluidi, pneumatici, che narrano delle interazioni del corpo sia col milieu interno (somatico e psichico) sia col mondo esterno. Il percorso presenta le tecniche base di ascolto, osservazione e dialogo con il corpo e col sistema corpo-mente, introducendo i partecipanti a una visione integrata del lavoro somatologico e psicosomatico con le strutture del corpo.    Si sperimentano le proprie capacità di percezione interna e di ascolto, osservazione e valutazione manuale delle strutture fasciali e dei ritmi vascolari, attraverso esercitazioni in coppia e in gruppo.

GLI SQUILIBRI POSTURALI: VALUTAZIONE E INTERPRETAZIONE
La postura è l’atteggiamento che assumiamo come risposta agli stimoli sensoriali. Tutto il nostro Sistema Tonico-posturale è determinato da input sensoriali che, a loro volta, determinano output motori. Lo stimolo proveniente dai recettori primari (i piedi, le orecchie, l’apparato stomatognatico, il sistema viscerale, gli occhi, ecc.) catturato dai sensori nervosi estero e propriocettivi, subisce un veloce processo di elaborazione che, in conformità a schemi acquisiti di organizzazione mentale, contribuirà a determinare la qualità della nostra attività motoria. L’analisi posturale consiste nel monitorare tutti i sistemi recettoriali nel loro insieme. In questo corso verranno fornite varie griglie per l’identificazione degli squilibri, per la loro interpretazione e alcune tecniche per correggerli.

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO
Il programma dei corsi affronta il tema dello sviluppo dell’individuo nel suo ciclo evolutivo. L’obbiettivo formativo è quello di introdurre a una conoscenza delle fasi dello sviluppo psicologico, dei processi e dei meccanismi ad esso sottostanti Il quadro teorico-interpretativo di riferimento va dal modello psicodinamico intrapsichico e unipersonale, al modello di tipo relazionale, intersoggettivo (Bowlby, Fonagy, Beebe, Stern).

CORPO, MENTE E APPRENDIMENTO
Il modulo approfondisce il tema dell’apprendimento nel suo percorso evolutivo, evidenziando: come il corpo sia implicato nei fenomeni mentali e cognitivi; come condizioni e sia condizionato da elementi psicoemotivi. Attraverso la conoscenza e l’utilizzo di feedback corporei (come, ad esempio, il Biofeedback del test muscolare di precisione di derivazione kinesiologica) verrà esplorata ed analizzata la modalità attraverso la quale ognuno pensa ed “incarna” il suo rapporto con il Sapere al fine di migliorare la consapevolezza sui blocchi e limiti personali nelle performance d’apprendimento. Durante lo svolgimento del percorso formativo, si approfondiranno le caratteristiche specifiche dei processi di conoscenza dell’infanzia e dell’adolescenza e dei contesti (in particolare, quello scolastico) dove, più frequentemente, insorgono le difficoltà d’apprendimento; si acquisiranno specifici strumenti tecnici ed osservativi per formulare una valutazione psicologica, cognitiva e somatica del soggetto e delle sue eventuali problematiche; si sperimenterà l’utilizzo di specifiche tecniche psico-corporee per il trattamento dei blocchi e delle resistenze che causano e/o alimentano le difficoltà nei processi di apprendimento. Nello specifico, ad esempio, come intervenire quando le difficoltà non sembrano legate esclusivamente alla motivazione e alla “forza di volontà”; come affrontare situazioni in cui lo stato somatico ed energetico condizionano le capacità di attenzione e concentrazione; in generale, come sia possibile migliorare la performance d’apprendimento attraverso tecniche corporee.

LABORATORIO RELAZIONALE
Il laboratorio relazionale prevede un percorso che si articola e si approfondisce nell’arco dei tre anni con lo scopo di utilizzare le principali tecniche di comunicazione (prestare attenzione, ascoltare, porre domande, rispondere (riformulazione, facilitazione, segnali non verbali, paraverbali, ecc.) al fine di costruire una relazione di fiducia e collaborazione con il cliente.
Il percorso sviluppa competenza nel riconoscere il proprio stile di comunicazione verbale e non verbale, riconoscere e descrivere i propri sentimenti/emozioni provate durante l’interazione.

Ultimo aggiornamento 8 dicembre 2017 - 14:43