Integrated Body Balance:  NST introductory workshop

Il corso introduce ai principi base a livello teorico e pratico della Neurostructural Integration Technique e permette di acquisire gli elementi specifici della manualità NST, ottimizzando l’apprendimento delle tecniche nel livello Basic.   Il programma prevede l’apprendimento e la sperimentazione del primo protocollo NST di immediata applicazione per il riequilibrio del sistema cerebro-sacro-spinale e indicato per i seguenti sintomi: mal di schiena, dolore al collo, dolori agli arti superiori e inferiori, stati di affaticamento e sindromi da stress.
Il corso è consigliato a tutti, ma indispensabile per chi non ha una pratica clinica e terapeutica o non è in possesso di uno dei seguenti titoli: terapista della riabilitazione, osteopata, chiropratico, kinesiologo, massofisioterapista.

Programma

  • protocollo di valutazione
  • punti di repere per l’identificazione degli squilibri tensivi
  • rilascio della zona toraco-lombare
  • rilascio della zona dorsale
  • rilascio della zona cervicale
  • rilascio del diaframma

Articolazione del corso: 16 ore in un week-end

Prerequisiti: Non sono richiesti requisiti specifici, se non la disponibilità ad un’attività esperienziale che si basa sul contatto corporeo e sulla manualità.     Gli elementi di anatomia e fisiologia di base necesari sono descritti durante il corso.

Certificazione e crediti:  La frequenza del corso prevede un attestato rilasciato dall’Istituto di Psicosomatica Integrata.
Permette di acquisire 16 ore di crediti formativi validi per il diploma di Master NST.

Torna indietro

NST introductory workshop

Cosa si apprende?

Questo corso di due giorni introduce ai principi base a livello teorico e pratico e permette di ottimizzare l’apprendimento delle tecniche del livello Basic acquisendo gli elementi della manualità specifica di NST. Inoltre, si apprenderà un primo protocollo terapeutico d’immediata applicazione per il riequilibrio del sistema cerebro-sacro-spinale e indicato per i seguenti sintomi: mal di schiena, dolore al collo, dolori agli arti superiori e inferiori, stati di affaticamento e sindromi da stress. Questo livello è consigliato a tutti, ma indispensabile per chi non ha una pratica clinica e terapeutica o non è in possesso di uno dei seguenti titoli: terapista della riabilitazione, osteopata, chiropratico, kinesiologo, massofisioterapista

Programma

Protocollo di valutazione

punti di repere per l’identificazione degli squilibri tensivi

rilascio della zona toraco-lombare

rilascio della zona dorsale

rilascio della zona cervicale

rilascio del diaframma

Articolazione del corso

16 ore in un week-end

Prerequisiti:
Lo studente dovrebbe possedere una conoscenza di anatomica e fisiologia di base e avere un’esperienza nel campo delle terapie manuali come i massaggi o la kinesiologia anche minima

Certificazione e crediti

La frequenza del corso prevede il rilascio di un attestato conclusivo certificato dall’Istituto di Psicosomatica Integrata. Inoltre, permette di acquisire 16 ore di crediti formativi validi per il diploma di Master e per la Scuola professionale di somatologia.

RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • I TEMPI DELLA MENTE TRA LOGICA INCONSCIO E SPIRITUALITÀ | BERGAMO | 20 APRILE 2018
    Cos’è il tempo per la mente? E per l’inconscio? Ci sono analogie nella fruizione della temporalità tra culture? Venerdì 20 aprile 2018 alle 20.45 Riccardo Marco Scognamiglio, psicologo psicosomatologo e Direttore Scientifico dell’Istituto di Psicosomatica Integrata, terrà una conferenza sul mistero della mente che si interfaccia con il tempo. Il tema verrà esplorato nella sua complessità presso il […]
  • PRESENTAZIONE LIBRO ADOLESCENTI DIGITALMENTE MODIFICATI | NICHELINO (TO) | 6 APRILE 2018
    Come impattano i cambiamenti sociali, culturali e soprattutto tecnologici sulla mente dei giovani? Come ripristinare un contatto tra genitori e giovani, ormai anche figli dell’ipermodernità e del web? Riccardo Marco Scognamiglio e Simone Matteo Russo, psicoterapeuti e psicosomatologi, risponderanno a queste e altre domande, approfondendo i contenuti del loro libro “ADM – Adolescenti Digitalmente Modificati”, […]