fbpx

Adolescenti nella Rete

Home/Conferenze/Adolescenti nella Rete
Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Conferenza a partire dai temi del libro ADM – Adolescenti Digitalmente Modificati

Venerdì 27 Novembre 2020, dalle 21:00 alle 23.00

“Un adolescente, che ha allenato il suo sistema di rappresentazioni, può attendere senza troppa angoscia. Al contrario, senza fantasia, c’è la ricerca compulsiva dell’oggetto per non sentirsi perduto. Il vuoto spinge a un riempimento continuo. Al corpo nutrito a digitale, la mente non è in grado di fornire un alimento in formato analogico, ossia un contenuto di rappresentazioni. Il vuoto è il corpo. È il corpo che chiede, o meglio pretende. Il vuoto è lo svuotamento di ogni soggettività agente. È il corpo che si “apre” improvvisamente, come fosse una voragine da riempire.”

Adolescenti Digitalmente Modificati, Mimesis Ed., Riccardo Marco Scognamiglio – Simone Matteo Russo

 

Gli adolescenti attuali sono molto diversi dalla rappresentazione classica dell’adolescente oppositivo che ha permeato la narrativa sociale: la vita digitale, che essi conducono per la maggior parte del tempo, ha difatti impattato sul loro corpo, sulla loro mente e sul loro contesto relazionale; così come sull’intero sistema hanno inciso le molteplici rivoluzioni sociali dell’ipermodernità.

Emozioni e sintomi sono a loro volta mutati: alla noia che contraddistingueva l’adolescente di un tempo si è sostituita l’angoscia; al posto del timore per la performance del compito in classe è spesso subentrato un panico senza nome.

Questi cambiamenti stanno rendendo i giovani sempre più “alieni” alle generazioni precedenti; genitori e figli si osservano con preoccupante estraneità e la complessità di questo gap è evidente. Come fare, quindi, per comunicare con dei ragazzi che si comportano in modo diverso, imparano in modo diverso, vivono e soffrono in modo diverso, chiedono – ma soprattutto non chiedono – in modo diverso? Come creare un dialogo autentico con l’Adolescente Digitalmente Modificato?

Affronteranno questi e altri interrogativi, all’interno di un webinar aperto al pubblico, Riccardo Marco Scognamiglio, psicoanalista e psicosomatologo e Maria Concetta De Giacomo, psicologa e psicosomatologa. Condivideranno punti di vista e riflessioni, mutuati all’interno di una vasta esperienza clinica, utili a promuovere la coesione tra giovani e genitori, insegnanti educatori.

L’incontro si terrà sulla piattaforma Zoom Video Communications il 27 novembre alle 21:00.

Per maggiori info e iscrizioni ->
https://www.psicologiamonza.net/post/adolescenti-nella-rete

 

I relatori: 

Riccardo Marco Scognamiglio: Psicoterapeuta, psicosomatologo e Direttore Scientifico dell’’Istituto di Psicosomatica Integrata, Direttore della Scuola di Psicoterapia Analitica di Gruppo – Nuova clinica Nuovi setting e Direttore sede regionale Lombardia dell’l’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche.  La sua ultima pubblicazione, con Simone Matteo Russo, è:  Adolescenti Digitalmente Modificati (ADM). Competenza somatica e nuovi setting terapeutici (Mimesis, 2018).

Maria Concetta De Giacomo: psicologa clinica e psicosomatologa, responsabile della sede di Monza dell’Istituto di Psicosomatica Integrata. Socia dell’Associazione Nazionale Dipendenze Tecnologiche GAP e Cyberbullismo (Di.Te.).
Partecipa alla scrittura di articoli scientifici, pubblicati sulla rivista online PsicologiaPsicosomatica (ISSN 2239-6136).

È possibile accedere ai nostri corsi di formazione in qualunque momento dell’anno. Per conoscere il calendario delle attività formative e valutare l’iscrizione a qualunque percorso un tutor sarà a disposizione per un incontro individuale di presentazione.

Scrivere a info@psicosomaticaintegrata.it indicando un recapito telefonico, oppure chiamare il +39 334 7807325
NB: Le date dei corsi potrebbero subire delle variazioni. L’Istituto di Psicosomatica Integrata non risponde di eventuali oneri derivanti da tali variazioni.

RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • L’espressività del corpo
    “Se vuoi conoscere i tuoi pensieri di ieri, guarda il tuo corpo di oggi. Se vuoi sapere come sarà il tuo corpo domani, guarda i tuoi pensieri di oggi.” Antico proverbio indiano
  • Condanna?
    “Il trauma è una realtà della vita, ma non per questo dev’essere una condanna a vita.” Peter A. Levine
Torna in cima