fbpx

La paura tra mente, corpo e relazioni

Home/Conferenze/La paura tra mente, corpo e relazioni
Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

A cura del dott. Michele Fortis

L’emozione della Paura è rintracciabile in molti momenti, atteggiamenti e comportamenti della vita quotidiana. Ne abbiamo esplorato le implicazioni somatiche e le origini filogenetiche, le manifestazioni più comuni e quelle più subdole e nascoste che modificano, spesso a nostra “insaputa”, atteggiamenti, abitudini e relazioni sociali.

In questa serata si osserva la rete delle relazioni che possono intercorrere tra i vari piani del fenomeno: dai vissuti somatici al piano antropologico, introducendo al grande tema della separazione come elemento trasversale tra le dinamiche della mente, quelle del corpo e quelle sociali.

 

Incontro 10 euro , gratuito per gli associati

 

È possibile accedere ai nostri corsi di formazione in qualunque momento dell’anno. Per conoscere il calendario delle attività formative e valutare l’iscrizione a qualunque percorso un tutor sarà a disposizione per un incontro individuale di presentazione.

Scrivere a info@psicosomaticaintegrata.it indicando un recapito telefonico, oppure chiamare il +39 334 7807325
NB: Le date dei corsi potrebbero subire delle variazioni. L’Istituto di Psicosomatica Integrata non risponde di eventuali oneri derivanti da tali variazioni.

RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • Sogno o son desto? Utopia come ecologia della mente | Webinar | 5 marzo
    Utopia è una parola che deriva dal greco oy, non e topos, luogo. Si tratta di un vocabolo coniato da Tommaso Moro, letterato del XVII secolo, che lo utilizzò per descrivere un governo modello di un paese immaginario. Moro non fu il primo a sognare un luogo ideale e inesistente, dove la politica e la […]
  • Il ritorno del capro espiatorio | Webinar | 6 marzo
    Wilfred R. Bion fu uno dei maggiori esponenti della psicoanalisi di gruppo che concettualizzò quelli che oggi sono conosciuti come assunti di base, ovvero delle modalità di funzionamento dei gruppi che smarriscono l’obiettivo comune e mettono in atto comportamenti caratterizzati da meccanismi di difesa regressivi indotti dall’ansia. Nello specifico l’autore descrive tre assunti di base: di […]
Torna in cima