Qi Gong (o Chi Kung)

Home/Pubblicazioni/Somatopedia/Qi Gong (o Chi Kung)

Metodo Yayama

Il Qi Gong è l’arte e la capacità di attivare il Qi, ossia, nella concezione medica cinese, l’energia vitale che si estrinseca in tutte le funzioni dell’organismo.

Il Qi Gong è un allenamento del corpo e della mente per prevenire, curare le malattie, proteggere e rafforzare la salute e prolungare la vita. Esso consiste nel coordinare la propria mente con la postura, il respiro e l’azione dell’intero organismo. Le sue più immediate applicazioni si trovano nelle arti terapeutiche fondate su un modello psicosomatico e nelle Arti Marziali. Per quanto la sua arte risalga agli albori della civiltà cinese, studi in campo medico-scientifico, ne hanno oggi testato la piena validità e hanno permesso di codificarne il sistema in funzione delle esigenze dell’uomo moderno e anche occidentale.

Non esiste un Qi-Gong terapeutico e uno che non lo sia. Il Qi-Gong è sempre terapeutico, anche se può avere ulteriori applicazioni. La concezione terapeutica parte da una ripresa di possesso del proprio corpo. Dalla prospettiva della Somatologia diremmo: “Abitare il corpo”. Abitare il corpo significa risvegliarne dall’interno una sensibilità diffusa per tutte l sue componenti: muscoli, pelle, sistema scheletrico, funzione cardiocircolatoria, sistema respiratorio, sistema nervoso, etc. fino ai meridiani di agopuntura. Attraverso esercizi lenti e adatti ad ogni età il Qi-Gong ci insegna a riattivare tutto il corpo dall’esterno verso l’interno e poi nella sua dimensione energetica. Riabitare il corpo significa non tanto prevenire le malattie, quanto riprendere il controllo del proprio essere nel mondo. La malattia è condizione di “sfratto” dalla propria casa corporea e il corpo, quando il soggetto non lo abita più totalmente, comincia a decadere. Il metodo di Qi-Gong che insegnamo parte dallo studio e dal controllo delle strutture portanti del nostro corpo: la colonna vertebrale e la muscolatura paravertebrale e dorsale. Nell’invecchiamento la funzione estensoria della muscolatura dorsale viene lentamente sopraffatta da quella dei muscoli flessori anteriori del corpo. Questo comporta la postura tendenzialmente curva delle persone dalla senescenza in poi. Il ribilanciamento della muscolatura antero-posteriore del corpo insieme a una riacquistata mobilità di tutte le articolazioni, rappresenta il primo grande ed essenziale obiettivo del nostro lavoro. Un secondo livello comprende lo studio della canalizzazione dell’energia (il Qi) che si libera proprio attraverso il lavoro articolare. Qui la funzione del respiro è essenziale per spingere il Qi in Circuiti privilegiati del corpo che consentono un miglioramento delle funzioni organiche, del sistema nervoso e cardiovascolare.

Ulteriori livelli consentono un miglioramento delle facoltà cognitive grazie ad esercizi di integrazione degli emisferi cerebrali, di allargamento del campo visivo, di acquisizione dei sensi, di sviluppo, di sensibilità e di sensitività psichica.

Le applicazioni, oltre al campo della salute e benessere e dello sviluppo personale, si rivolgono soprattutto al campo della comunicazione grazie al potenziamento della sensibilità proprio ed esterocettiva e sicuramente al campo delle arti marziali per il raggiungimento dell’efficacia nel combattimento.

Toshihiko YayamaIl Dr. Toshihiko YAYAMA, Primario della Divisione di Oncologia dell’Ospedale Generale della Prefettura di Saga in Giappone, così presenta il metodo di Qi Gong, da lui stesso messo a punto, che ha introdotto nel proprio corredo terapeutico:

“Sono un oncologo ma mi occupo anche di medicina generale. Nella pratica della professione sono rimasto sorpreso nel constatare come la maggioranza dei sintomi inclassificabili nella medicina occidentale potevano trovare una connotazione nella medicina cinese per mezzo del Qi. Per un medico la morte di un paziente è demoralizzante e acuisce il senso di impotenza di fronte alla malattia. Per questa ragione ho cominciato a studiare la medicina tradizionale cinese, a mettere a punto il mio metodo di Qi gong e ad applicarlo da solo o parallelamente alla pratica della medicina occidentale.

Le terapie parallele con il Qi si sono dimostrate straordinariamente efficaci, permettendomi così di accumulare un bagaglio di esperienze significative. All’inizio, per me autodidatta, i pazienti avevano il ruolo del maestro. Avendo un contatto quotidiano con un gran numero di malati, ho progressivamente applicato le terapie della medicina tradizionale cinese che utilizzavano il Qi a tutte quelle condizioni di malattia per le quali non ero in grado di utilizzare cure adeguate.

L’equivalente giapponese del Servizio Pubblico Sanitario, verificati i risultati terapeutici delle metodiche di Qi Gong terapeutico da me introdotte, ne riconosce il rimborso ai pazienti che lo necessitano.”

________________________________________________________________________________________

La nostra équipe lavora in stretta sinergia garantendo al cliente una riflessione a 360° su diversi livelli (personali, famigliari, relazionali, ambientali e corporei); costituendo un lavoro di rete fra psicologi e altri professionisti dell’aiuto, che, di volta in volta, chiarisce i rischi e le opportunità rispetto a ciascun intervento, tenendo conto delle diverse prospettive.

Informazioni e prenotazioni

Telefono

Milano:  +39 02 89546337 / +39 02 89504159 / +39 334 7807325
Gallarate:  +39 0331 026255
Bergamo:  +39 348 5452935
Senago:  +39 328 3677142

Email

segreteria@somatologia.it

oppure

CHIEDI ALLO PSICOSOMATOLOGO

Cerchi altro?

RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • I TEMPI DELLA MENTE TRA LOGICA INCONSCIO E SPIRITUALITÀ | BERGAMO | 20 APRILE 2018
    Cos’è il tempo per la mente? E per l’inconscio? Ci sono analogie nella fruizione della temporalità tra culture? Venerdì 20 aprile 2018 alle 20.45 Riccardo Marco Scognamiglio, psicologo psicosomatologo e Direttore Scientifico dell’Istituto di Psicosomatica Integrata, terrà una conferenza sul mistero della mente che si interfaccia con il tempo. Il tema verrà esplorato nella sua complessità presso il […]
  • PRESENTAZIONE LIBRO ADOLESCENTI DIGITALMENTE MODIFICATI | NICHELINO (TO) | 6 APRILE 2018
    Come impattano i cambiamenti sociali, culturali e soprattutto tecnologici sulla mente dei giovani? Come ripristinare un contatto tra genitori e giovani, ormai anche figli dell’ipermodernità e del web? Riccardo Marco Scognamiglio e Simone Matteo Russo, psicoterapeuti e psicosomatologi, risponderanno a queste e altre domande, approfondendo i contenuti del loro libro “ADM – Adolescenti Digitalmente Modificati”, […]