cura acneProblematica cutanea dovuta all’infiammazione del follicolo pilo-sebaceo e del tessuto perifollicolare, che si localizza soprattutto al volto e al torace. Si caratterizza per la presenza di pustole o cisti, che possono dar luogo a cicatrici e a riacutizzazioni talvolta croniche.

Interessa soprattutto gli adolescenti e la sua comparsa è deputabile a fattori ormonali che possono indurre occlusione del canale deputato all’eliminazione del sebo dal follicolo.  Le alterazioni endocrine riscontrate nei soggetti affetti da acne sono numerose: sinteticamente si può individuare  un aumento degli androgeni rispetto agli estrogeni.

Le zone prevalentemente interessate dall’acne sono: il volto, il dorso e il torace.

Oltre al più comune acne adolescenziale, sono state individuate altre tipologie che possono essere differenziate in base all’età di insorgenza e alla sua eziologia:

  1. L’acne che colpisce l’infante viene considerato un segnale di alterazioni endocrine.
  2. L’acne tropicale insorge nell’adulto e si sviluppa in rapporto al caldo e all’umidità, in località dal clima tropicale.
  3. L’acne professionale si può manifestare  nell’adulto in seguito al contatto con agenti irritanti impiegati dalle industrie; anche sostanze chimiche, come i cosmetici e detergenti della cute, quando usati in modo eccessivo, possono indurre acne.

Di grande rilevanza nell’insorgenza dell’acne sembra essere il ruolo dello stress, in particolare durante l’adolescenza, dove gli stimoli emozionali sarebbero in grado di alterare l’equilibrio all’interno dell’asse ipotalamo-ipofisi-corteccia surrenale e dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi con la liberazione di ormoni attivi, capaci di stimolare la ghiandola sebacea. Lo stress agisce sul sistema immunitario e può rendere l’organismo particolarmente vulnerabile a contrarre infezioni. Per questo motivo è  importante tener presente sia la componente emotiva  che quella genetico-costituzionale nella cura e nel trattamento dell’acne.

Da un punto di vista psicodinamico la pelle, organo di superficie del corpo umano, rappresenta l’involucro dell’Io, ovvero l’interfaccia tra mondo interno e mondo esterno,  “il Sé ” e “non Sé”. È un organo di senso di fondamentale importanza per l’omeostasi del corpo; per questo motivo, secondo alcuni autori, le problematiche della pelle riflettono disagi psico-emotivi  e difficoltà di relazione interpersonale non esprimibili attraverso il linguaggio.

________________________________________________________________________________________

Informazioni e prenotazioni 

Vi consigliamo di chiedere un appuntamento o di inviarci una e-mail descrivendo il vostro problema, la diagnosi (ove presente) e le conseguenze concrete nella vostra vita.

Telefono

Milano:  +39 02 89546337 / +39 02 89504159 / +39 334 7807325
Gallarate:  +39 0331 026255
Bergamo:  +39 348 5452935
Senago:  +39 328 3677142

Email

segreteria@somatologia.it

oppure

CHIEDI ALLO PSICOSOMATOLOGO

Cerchi altro?

RSS Psicologia Psicosomatica – Rivista Online

  • AFFRONTARE ANSIA E PANICO | GALLARATE | 23 MAGGIO 2018
    Come affrontare ansia e panico non gravi in ottica psico – somatica? I quadri ansiosi coinvolgono e sconvolgono la mente, ma anche e soprattutto il corpo, che spesso manifesta tremori, tachicardia, sudori freddi. L’intervento congiunto di psicologo psicosomatolgo e naturopata permette di affrontare le criticità su entrambi i versanti per lavorare in sinergia sullo stile […]
  • GLI EFFETTI DEL TRAUMA
    “I bambini con storie di abuso e grave trascuratezza imparano che il loro terrore, le loro implorazioni e il loro pianto non hanno alcun effetto sul caregiver. Niente di ciò che possono fare o dire interrompe le botte o suscita attenzione o aiuto. In effetti, sono destinati a mollare di fronte agli ostacoli che la […]